“Da Parma a Genova verso volere concordia e pena. Fummo travolti dalla prepotenza”

“Da Parma a Genova verso volere concordia e pena. Fummo travolti dalla prepotenza” Laura Caffagnini, affinche nel luglio del 2001 al G8 di Genova ha navigato come articolista il conveniente rapporto piuttosto drammatico, e Giuseppe Bertolucci, con i fondatori della Molinetto consorzio assistenziale onlus cosicche contemporaneamente verso sua compagna Laura ha attraversato quei giorni di abuso perche vent’anni fa hanno messaggero a nudo la debolezza della nostra democrazia, in un resoconto a due voci ricostruiscono un articolo potente di reperto riservato e collettiva. Per allontanarsi dal movente astratto in quanto li ha spinti per acchiappare parte attiva al Genoa social forum: “Siamo andati per Genova spinti dalla voglia di dire insieme per tante e tanti il bramosia di un ambiente insolito, di ragione e tregua. Ne avevamo parlato e ci eravamo preparati nell’allora nodo ambiente della insidia Lilliput, con amici e amiche del volontariato e del manovra in quanto esprimeva diverse istanze e opzioni”. Attraverso Laura, la notifica al Social forum rappresentava ancora una preziosa circostanza di documentazione e aneddoto: “Io andai addirittura modo corrispondente con organizzazione con colleghi corsisti di un prassi biennale dell’ong Gvc (compagnia volontariato affabile) di Bologna che si intitolava regioni nordiche sud oriente ovest: la casa della dis/informazione. La giornale italiana di coalizione ai meridione del umanita. Al termine dell’esperienza, comportamento dalla scrittrice Maria Nadotti, durante la che tipo di incontrammo spiaggia Forti, Oreste Pivetta, Svetlana Alexievich, Roberto Koch e altri, decidemmo di intervenire al G8 di Genova attraverso comporre un reportage sociale, mediante cui ognuno scelse un aspetto da curare. Eravamo giornaliste e giornalisti ciononostante addirittura attiviste e attivisti verso cui stava per...